(Questa pagina è in costruzione: per ora solo titoli e foto).

Questa pagina s’intitola “i fiori” perché ad ogni Autore è accostato un fiore che ricorda il suo libro.

 

 

                                         INDICE

 

1) Claudio Papini, L’attualismo, De Ferrari,2023

2) Enrico Halupca, Batiscafo Trieste, Presentazione

3) Roberto Orlando e Stefano Termanini Genova infinita, Ed. Stefano Termanini, 2024

4) Roberto Vecchioni, Tra il silenzio e il tuono, Einaudi,2024

 

 

 

                     L’ATTUALISM0

                  di CLAUDIO PAPINI

 

 

 

Per questo libro del prof. Claudio Papini ho pensato al papavero perché con la sua fiamma indica che dobbiamo concentrarci su quanto è attuale.

Sarà la recensione ad indicare in breve cosa il Professore intenda per Attualismo.

Non solo il primo Autore che ci presenta si chiama Papafia quindi il nome ha una certa assonanza con papavero e con la sua fiamma.

 

 

                           BATISCAFO TRIESTE

                          di ENRICO HALUPCA

 

 

 

 

L’11 maggio ore 11 allo Yacht Club Adriatico Enrico Halupca ha presentato il suo libro “Il Trieste” nell’incontro intitolato L’impresa del Batiscafo Trieste. La casa editrice Italo Svevo di Trieste sarà presente al Festival MareinFvg proprio con questo testo.

Per ricordare Halupca ho scelto la genziana fiore dei monti che ha il colore del mare perché non c’è triestino che non abbia fatto escursioni in Carso e che non sia amante del mare.

Ad Halupca devo gratitudine perché quando pubblicai con Lint (editrice triestina) il libro tratto dalle lettere dei miei genitori in tempo di guerra e tra i dieci finalisti al Premio di Pieve  di Santo Stefano (AR, Toscana) fondato da Valerio Tutino e che raccoglie le memorie di tanti italiani mi guidò nella pubblicazione per la Lint. Anzi una volta con grande garbo mi fece presente che ero incorsa in un errore storico.

Quanto alla storia del Batiscafo il 23 gennaio 1960 con a bordo Jacque Piccard (che lo aveva progettato) raggiunse la profondità record di immersione (11mila metri sotto il livello del mare) nell’abisso Challenger nella fossa delle Marianne.

Il batiscafo è esposto al Museo navale di Washington.

 

                        

                    GENOVA INFINITA

         ROBERTO ORLANDO e STEFANO TERMANINI

 

             

 

Un libro raffinato che richiede un fiore raffinato.

Per questo testo mi appoggio alle parole del retro della cover dei due autori: “abbiamo camminato per la città. Se la sua bellezza è tanto esposta quanto nascosta, noi, ci siamo detti, faremo la nostra parte per portarla tutta in luce. Raccontare deve essere questo: mettere in luce. Con le immagini e con le parole.

Allego alcune foto dal libro che sono di Orlando

mentre i testi sono di Termanini:

 

 

 

 

 

Elenco le immagini:

1)Galleria dorata di Palazzo Tobia Pallavicini; 2) il matitone; 3) Nervi passeggiata Anita Garibaldi, 4) la cremagliera di Granarolo; il cibo è cultura: la Panissa; 5) Staglieno: Tomba Oneto, angelo di Monteverde

 

 

 

                 TRA IL SILENZIO E IL TUONO

                       ROBERTO VECCHIONI

 

                  

 

E’ la passiflora il fiore che si addice alla vita piena di successi ma anche segnata dal dolore del geniale cantautore, poeta, scrittore di libri

 

 

Roberto Vecchioni